• Conferenza Stampa di Eiji Kawashima
  • Conferenza Stampa di Eiji Kawashima
  • Conferenza Stampa di Eiji Kawashima

Conferenza Stampa di Eiji Kawashima

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

CONFERENZA STAMPA di EIJI KAWASHIMA, 25 Luglio 2015, Novarello, Italia

Eiji Kawashima, classe 1983, è il portiere della nazionale Giapponese (titolare dopo l’amichevole con l’Inghilterra del 30 maggio 2010 nella quale parò anche un rigore a Frank Lampard) ed in queste settimane, sta curando la preparazione estiva nelle strutture di Novarello, ospite della società Calcio Novara.

Su di lui in questi giorni di calciomercato, si stanno concentrando le attenzioni di diverse società di calcio di livello europeo che militano nel massimo campionato. «Ho sempre guardato con grande interesse al'Europa. Al campionato italiano in particolare ovviamente – dice Kawashima che parla un perfetto italiano essendo stato più volte nel nostro Paese dall'età di 18 anni per allenarsi a Parma con i preparatori dei portieri all'epoca in cui li frequentava anche Buffon –. Uno dei tornei più belli al mondo. Ringrazio il Novara calcio per l’ospitalità e la SES (Sport Events Society) di Perugia per il sostegno logistico offertomi qui in Italia». Riserbo invece sui nomi delle società di livello europeo che lo hanno contattato. «Valuteremo nei prossimi giorni» dice il portierone nipponico che sotto la guida del ct Alberto Zaccheroni con la Nazionale nipponica ha vinto la Coppa d’Asia in Qatar nel 2011, risultando decisivo nel passaggio del Giappone in finale: parò due rigori alla Corea del Sud. Nella partita che incoronò il Giappone campione battendo in finale l’Australia per 1-0, al termine di un match durissimo e conclusosi ai supplementari, Kawashima venne nominato «Man of the Match» per il gran numero di goal impediti. Dotato di indiscutibili doti atletiche Kawashima ha anche dimostrato di avere una forte personalità. Nell’agosto 2011, durante la gara Lierse-Beerschot AC del Campionato Belga dove militava, si rifiutò di continuare a giocare dopo i numerosi cori razzisti invocati dai tifosi della squadra ospite («Kawashima-Fukushima»). L’arbitro sospese poco dopo la gara. Per ben due volte è stato nominato miglior giocatore del Lierse. Per lui e su di lui i media giapponesi si stanno mobilitando. I numerosissimi fans nipponici infatti, vogliono da sempre seguire le sue performance e la sua vita calcistica all’estero. L'l’Italia rappresenta, da sempre, il Paese più amato dai tifosi dei calciatori giapponesi. Il ’modello’ Nakata continua ad essere seguito e produrre grande interesse a livello di comunicazione (e di marketing). E Kawashima da questo punto di vista sarebbe un autentico ’catalizzatore’.

Kawashima, grazie alla SES, ha potuto allenarsi fino a ieri con il Novara. Ora ha lasciato l'italia. In bocca al lupo Eiji!


Cosa Abbiamo Fatto

  • Stage Tecnico Tattico
  • Conferenza Stampa

Personale SES coinvolto durante lo Stage

Michele Pozzo, Giacomo Calvieri


© 2023 Sport Events Society. Tutti i diritti riservati. Powered by Robur Solutions